martedì 10 marzo 2009

Tranquilli: ci pensa Trenitalia

Stamattina rientra la Franci.
E' da giovedì scorso che non ci vediamo.
Partita ieri sera da Parigi alle 20, sarebbe dovuta arrivare stamattina per le 6.45 a Brescia.
Vuoi la paura che la sveglia non suoni, vuoi la gran voglia di vederla, stamattina alle 5:45 ero già a fissare il soffitto.
Raggiungere la stazione all' alba è cosa di 5 minuti da casa mia, tant'è che cerco di prenderla larga fermandomi a far colazione in un bar e a comprare il giornale.
Sono in strada.
L' orologio segna le 6:20.
Puntuale l' sms della mia donna.
Mi aspetto un: "20 minuti e siamo in stazione".
Nada. Il treno è fermo a Milano.
Annamo bbene...
Opto per una pennichella in auto, ma la mia postura già compromessa, per la quale ho fatto una tac giusto ieri pomeriggio, mi fà desistere.
Torniamo a casa, và...
Ed infatti, mentre vi stò scrivendo, m' è arrivato l' ultimo aggiornamento: "stiamo partendo ora da Milano".
Trenitalia: ti denuncio per oltraggio ai sentimenti del sottoscritto.
Da quattro giorni non vedo la Franci e comincio veramente a non starci più dentro...

1 commento:

Fatdaddy ha detto...

Dalle mie parti si commenterebbe con un "l'è na val che se brusa" (letteralmente "è come una valle che brucia" ovvero "peggio di così!").
Forza e coraggio! ;)